Affitti brevi con passanger locator form: turismo in tempo di covid – Easylife House

Affitti brevi con passanger locator form: turismo in tempo di covid

affitti brevi pasanger locator form

Affitti brevi con passanger locator form: turismo in tempo di covid

Nel presente articolo si passa ad analizzare le ricadute sul mercato degli affitti brevi della messa in vigore del passanger locator form. Documento indispensabile per viaggiare da un paese all’altro.

Come funziona il passanger locator form

Nel presente articolo si analizza cos’è il passanger locator form e come funziona. Si tratta di un aspetto molto importante nell’ambito del mercato degli affitti brevi. E’ noto infatti che quest ultimo è alimentato, soprattutto nelle grandi città, dal turismo internazionale. Il passanger locator form è una carta che è necessario presentare al momento dell’ingresso sul territorio italiano.

Nello specifico si tratta di un documento digitale che serve a tracciare l’itinerario e informazioni riguardo il viaggiatore. In maniera tale che quest ultimo, in caso di rischio di contagio durante il viaggio, possa essere immediatamente contattato.

La legge è entrata in vigore il 24 Maggio del 2021, secondo questa il viaggiatore deve compilare il DPLF – Digital PLF – Passenger Locator Form o Modulo di localizzazione passeggero, tale compilazione deve avvenire prima dell’ingresso nel territorio nazionale. Nel passanger locator form è presente la passanger locator card, ovvero una card all’interno della quale sono contenute informazioni utili all’autorità sanitaria per contattare il viaggiatore nel caso in cui venga esposto a malattia infettiva durante il suo viaggio.

Si parla di informazioni relative all’itinerario del viaggio, il posto a sedere sull’aereo, il recapito telefonico, l’indirizzo di permanenza sul territorio nazionale. La compilazione del modulo digitale, sostituisce la dichiarazione di cui all’art. 50, comma 1, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021.

Il passanger locator form deve essere compilato da qualsiasi persona faccia ingresso in Italia, a bordo di qualsiasi mezzo di trasporto e qualsiasi sia il paese dal quale proviene. In caso di minori, il modulo dovrà essere compilato dall’adulto accompagnatore, il quale nel caso viaggi da solo potrà compilare il suo modulo autonomamente. Nel caso in cui i minori non siano accompagnati, il modulo dovrà essere compilato dal tutore prima della partenza. Dal momento che si tratta di un obbligo di legge, in caso di mancata compilazione verrà negato l’imbarco al passeggero.

Si consiglia di consultare per maggiori informazioni il nostro  sito   www.easylife.house/contatti oppure di contattarci al numero +39 3409704848, o se preferite scriveteci al seguente indirizzo info@easylife.house

Come si compila il modulo del passanger locator form

Il modulo passanger locator form potrà essere compilato accedendo al sito preposto https://app.euplf.eu/#/ , all’interno del quale è possibile trovare la procedura guidata e illustrata nel dettaglio. Si tratta di una procedura semplice e tradizionale. Bisogna indicare il paese di destinazione, in questo caso l’Italia, dopo di che registrarsi sul sito tramite un accaunt, indicando username e password e infine confermare l’accaunt attraverso un link che arriverà alla mail indicata nel procedimento di registrazione. A questo punto sarà possibile scaricare il passanger locator form. Il modulo è sempre modificabile, anche durante il viaggio, nel campo relativo al numero di posto assegnato sul volo.

Insieme al passanger locator form, verrà assegnata anche la card al passeggero di riferimento tramite Qrcode sul proprio smartphone, in maniera tale da poterla mostrare al momento dell’imbarco. In alternativa il passeggero può stampare una copia cartacea che potrà tenere con sé, e da mostrare anch’essa al momento dell’imbarco. Si tratta di un’alternativa da mostrare in caso di problemi tecnologici. Per quanto riguarda l’autodichiarazione da mostrare alla polizia di frontiera, quest’ultima invece dovrà essere sempre sotto forma cartacea.

Si passi ora ad analizzare gli adempimenti delle compagnie di trasporto in relazione al passanger locator form. Tra questi adempimenti in primis si ricorda: la puntuale comunicazione sul nuovo documento di viaggio; garantire la totale adesione del passeggero alla compilazione dello stesso; verificare la compilazione del passanger locator form, che verrà mostrato dal passeggero prima dell’imbarco, o in versione digitale tramite lo smartphone o in versione cartacea; e chiaramente in caso di mancata compilazione sarà necessario impedire l’imbarco.

Per i viaggi all’estero il passanger locator form si va ad affiancare al green pass. Infatti si ricordi che per entrare in alcuni paesi della comunità europea basta possedere il green il pass, ma in altri oltre al green pass è richiesto, in aggiunta, anche il passanger locator form. Il passanger locator form è obbligatorio nei seguenti paesi: Belgio, Cipro, Croazia, Estonia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Malta, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Spagna e Regno Unito (sebbene quest’ultimo non faccia più parte dell’UE).

In linea di massima in tutti questi paesi è possibile compilare il passanger locator form scaricandolo dal sito nazionale, fatta eccezione per Malta, in cui viene richiesto dalla piattaforma europea ufficiale. Nella maggior parte di questi paesi il passanger locator form, va compilato 48 ore prima dell’ingresso nel paese di destinazione, paesi come: Belgio, Cipro, Lettonia, Lituania , Spagna, Regno Unito. In  altri basta compilarlo prima, non importa quanto prima. Infine l’obbligo del pasanger locator form in Germani ed In Estonia è riservato solo a persone provenienti da paesi considerati a rischio. In tutti gli altri paesi citati l’obbligo è a prescindere dal paese di provenienza.

Easylife in qualità di società specializzata in gestione degli affitti brevi per conto di terzi è molto attenta al traffico del turismo internazionale. A maggior ragione perché opera in Italia in città e metropoli dove il mercato degli affitti brevi è molto dipendente dal turismo internazionale. Si pensi a città come Roma, Milano, Venezia. Riuscire a comprendere, nel modo più autorevole possibile, l’impatto che leggi e decreti quali il passanger locator form e il green pass hanno sul turismo internazionale diventa importantissimo, soprattutto nell’ambito della corretta valutazione economica dell’immobile e del suo potenziale reddito.

Per contatti: www.easylife.house/contatti
Tel. +39 3409704848
Mail info@easylife.house

Share this post