Affitti brevi e sostenibilità: un nuovo modello di turismo sostenibile – Easylife House

Affitti brevi e sostenibilità: un nuovo modello di turismo sostenibile

affitti brevi estate 2022

Affitti brevi e sostenibilità: un nuovo modello di turismo sostenibile

Nel presente articolo si vuole analizzare nel rapporto tra affitti brevi e sostenibilità, il modo in cui, nel periodo post covid, si sia affermato un nuovo modello di sostenibilità ambientale.

Affitti brevi e sostenibilità

Dal 2015 ad oggi, nello specifico da Milano expo in poi, è esploso il fenomeno degli affitti brevi. Si dica che gli affitti brevi hanno sino ad oggi rappresentato un modello, nel ramo immobiliare, per quel che riguarda l’aspetto economico e finanziario. E negli ultimissimi anni sono diventati un punto di riferimento anche in termini di sostenibilità ambientale.

E’ noto che ad oggi il turismo sostenibile è il modello verso il quale si punta per far ripartire tutto il comparto. Gli affitti brevi da questo punto di vista rappresentano un nuovo modello di sostenibilità All’interno di un quadro in cui un ruolo determinante potrebbero averlo i proprietari di case libere o di seconde case. Ma come è possibile comprendere il rapporto tra sostenibilità ed affitti brevi nell’ambito del turismo? Bisogna guardare quanto accaduto subito dopo il lockdown generalizzato. E questo perché nel periodo del lockdown i proprietari di seconde case sono stati costretti ad accogliere i propri clienti nel pieno rispetto delle regole di igienizzazione e sicurezza. Da qui in poi è nato un percorso che ha permesso agli affitti brevi di creare un modello da considerarsi sostenibile. A tal proposito si ricordi che, proprio in virtù delle restrizioni dovute alla pandemia v’è stato un rilancio degli affitti brevi, specie per quel che riguarda il marketing. Dal momento che i soggiorni nelle località turistiche del Belpaese sono stati possibili anche grazie alla disponibilità di appartamenti e case vacanze messe a disposizione dai privati.

Si dica che in virtù dei motivi sopra citati v’è stata una crescita esponenziale degli affitti brevi, è plausibile pensare che questa crescita troverà conferma anche nel presente anno, dal momento che le locazioni brevi ispirano un maggior senso di igiene e garantiscono effettivo distanziamento. E’ noto che negli ultimi anni si è affermato soprattutto il turismo nelle città d’arte, nei borghi antichi e rurali e il contributo che hanno dato gli affitti brevi a questo tipo di turismo è stato fondamentale.

Una situazione che è stata sostenuta dagli incentivi fiscali per la ristrutturazione. Si ricordi infatti che tali incentivi hanno consentito ai proprietari di recuperare una buona parte del patrimonio immobiliare da recuperare e da immettere nel circuito degli affitti brevi. Si dica ancora che le ristrutturazioni avverranno allo scopo di preservare il patrimonio artistico delle città d’arte, quindi senza alcuna aggiunta di cementificazione, e seguendo i più avanzati criteri di sostenibilità.

Si consiglia di consultare per maggiori informazioni il nostro  sito   www.easylife.house/contatti oppure di contattarci al numero +39 3409704848, o se preferite scriveteci al seguente indirizzo info@easylife.house

Turismo sostenibile

Ad ogni modo è bene comprendere bene cosa s’intende quando si parla di turismo sostenibile. A tal scopo ci si rifà alla definizione che è stata fornita dall’organizzazione mondiale del turismo secondo la quale il turismo sostenibile è: “un turismo capace di soddisfare le esigenze dei turisti di oggi e delle regioni ospitanti prevedendo e accrescendo le opportunità per il futuro. Tutte le risorse dovrebbero essere gestite in modo tale che le esigenze economiche, sociali ed estetiche possano essere soddisfatte mantenendo l’integrità culturale, i processi ecologici essenziali, la diversità biologica, i sistemi di vita dell’area in questione. I prodotti turistici sostenibili sono quelli che agiscono in armonia con l’ambiente, la comunità e le culture locali, in modo tale che essi siano i beneficiari e non le vittime dello sviluppo turistico”.

Quindi il turismo sostenibile è un turismo che guarda al futuro senza stravolgere l’aspetto delle città, dell’ambiente, delle città e delle località turistiche. Come si è detto sul turismo sostenibile ha avuto un forte impatto sia il periodo del covd 19 sia l’epoca post covid 19, per i motivi sopra menzionati.

Ad oggi il turismo sostenibile è quello che maggiormente è in grado di fornire sicurezza e privacy. In particolar modo nelle zone rurali si sta affermando il turismo sostenibile degli affitti brevi, e questo perchè si tratta di zone servite poco o niente dalla ricettività tradizionale. In un quadro all’interno del quale il punto di forza risulta soprattutto la riscoperta del locale. In questa tipologia di turismo il contributo offerto dagli host e dai guest sarà fondamentale.

Il lavoro degli host in collaborazione con i proprietari delle seconde case è quello di riuscire a fondere sicurezza con la tutela dell’ambiente all’interno di un nuovo modello di sviluppo sostenibile incentrato sulla valorizzazione dei territori.

Per contatti: www.easylife.house/contatti
Tel. +39 3409704848
Mail info@easylife.house

Share this post