Affitti brevi: evoluzione del turismo cinese in Italia e nel Mondo – Easylife House

Affitti brevi: evoluzione del turismo cinese in Italia e nel Mondo


Affitti brevi: evoluzione del turismo cinese in Italia e nel Mondo

Nel presente articolo si provvede ad analizzare il modo in cui cambierà il mercato degli affitti brevi in Italia alla luce dell’evoluzione del turismo cinese dei prossimi anni.

Turismo Cinese nel Mondo

Nel 2019 è stato redatto un importante studio da parte della intercontinental hotels group in collaborazione con la Oxford economy, orientato a comprendere l’evoluzione del turismo cinese nel Mondo, e in particolare l’impatto sulle città europee a partire dal 2023. Secondo le previsioni delle due rinomate agenzie di ricerca, lo sviluppo del turismo cinese dei prossimi anni cambierà radicalmente l’economia dei paesi che lo riceveranno. Obbiettivi dello studio sono: la comprensione dei trend, intesi come preferenze dei turisti cinesi verso viaggi a lungo raggio e viaggi di piacere; e la comprensione delle dinamiche legate all’aumento della spesa verso attività di svago.

Secondo The future of chinese travel, a partire dal 2023 nel vecchio continente vi sarà un afflusso di turisti cinesi pari a 93 milioni l’anno. La proiezione indica che dal 2023, ogni anno il flusso sarà destinato ad aumentare del 5%. In linea di massima si stima che saranno circa 88 milioni le famiglie cinesi che potranno intraprendere viaggi all’estero.

L’aumento del reddito medio per famiglia è uno degli aspetti più importanti per l’incremento del turismo proveniente dalla Cina. E’ previsto infatti che nel prossimo decennio più di 60 milioni di famiglie cinesi supererà la soglia di reddito medio di 35000 dollari all’anno. E come conseguenza dell’abbondanza e prosperità economica delle famiglie, risulteranno più accessibili i viaggi internazionali.

Si stima, secondo le proiezioni, che la Cina nei prossimi anni si collocherà al primo posto nell’ambito di tutte le classifiche del turismo mondiale. La domanda relativa ai viaggi proveniente dalla Cina supererà di gran lunga quella proveniente da: Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti. Ed è previsto che tale domanda sarà orientata soprattutto verso viaggi non solo a lungo raggio, ma anche particolarmente costosi e di lusso.

Si passi ora ad analizzare in che modo l’evoluzione del turismo cinese inciderà in Italia soprattutto in rapporto al mercato degli affitti brevi.

Per contatti: www.easylife.house/contattaci/; Tel. +39 340 970 4848; mail info@easylife.house

Turismo cinese in Italia: come cambierà il mercato degli affitti brevi

E’ previsto che i cinesi si sposteranno sia per viaggi di piacere che di lavoro. In particolar modo si calcola che a partire dal 2023 il 62% dei cinesi in entrata, circa due terzi, partiranno per viaggi di piacere. Ma allo stesso tempo si prevede che di anno in anno la domanda si sposterà verso i viaggi di lavoro.  Secondo le statistiche la spesa del turismo cinese si alzerà del 75% a partire dal 2023, come pure si prevede che le preferenze dei turisti saranno indirizzate verso alloggi costosi e shopping di lusso.

A questo proposito si sottolinea che le mete più ambite dai turisti cinesi, più dell’85%, saranno soprattutto le grandi metropoli internazionali. Circa il 95% della spesa sarà allocata verso le grandi città, che quindi da sole riceveranno quasi la metà del turismo cinese. Una situazione facilitata dalle più aggiornate riforme legate all’ospitalità del turismo internazionale. Riforme legate alle pratiche per l’ottenimento del visto. Si è compreso che quelle metropoli internazionali che hanno adottato tali riforme godono di una maggiore semplicità d’accesso, molto gradita ai turisti cinesi, motivo per il quale vengono privilegiate da questi ultimi. Si stima che le stesse città risultano avere circa il 20% in più di turisti provenienti dalla Cina.

Tra le prime sei città in Europa maggiormente visitate da turisti cinesi vi sono ben quattro città Italiane: Milano, Firenze, Venezia, Roma. Secondo i dataset il turista cinese, in visita in Italia, in media rimane molto poco in una singola città, predilige in pochi giorni spostarsi da una città all’altra il più possibile.

Secondo le proiezioni l’indotto in Italia legato al turismo cinese nel 2023 crescerà del triplo rispetto al 2013. Si avrà un esponenziale crescita della spesa legata al turismo cinese in Italia come anche nel Regno Unito, Brasile e Sud Africa. Si prevede che nel 2023 l’Italia si collocherà al settimo posto nella classifica delle mete più ambite dai turisti cinesi, con un totale di 359.000 turisti complessivi nel decennio 2013 – 2023, con maggiore preferenze per le città sopra elencate: Milano, Roma, Venezia, Firenze. Si prevede per lo stesso decennio nell’ordine:  358.000 arrivi a Venezia; 350.000 arrivi a Milano; 346.000 arrivi a Roma; 339.000 arrivi a Firenze . Non bisogna dimenticare nella classifica delle città Europee più visitate dal turismo cinese Treviso e Padova. Rispettivamente con 80.000 arrivi e 90.000 arrivi legati sempre al decennio 2013 – 2023.

Si consideri che le proiezioni sopra elencate legate al turismo cinese in Italia avranno di sicuro un effetto positivo sul mercato degli affitti brevi. Infatti come si è detto il turista cinese predilige alloggi costosi, non semplici camere d’albergo, ma appartamenti. E’ orientato a risiedere poco tempo in una singola città. Viaggia sia per piacere che per lavoro, alla ricerca quindi tanto di appartamenti quanto di uffici. Si consideri come queste siano variabili caratteristiche della domanda degli affitti brevi. A maggior ragione per i proprietari degli immobili è auspicabile investire nel mercato degli affitti brevi, per tutte le ragioni sopra dette, al fine di massimizzare il profitto dei loro immobili.

Scegliere Easylife come società in gestione degli affitti brevi è il modo migliore per massimizzare il proprio profitto. Si consideri che ad oggi Easylife oltre che affittare vende anche i propri immobili, in collaborazione con la società Leontis. Possibilità che permette ai proprietari degli immobili di aumentare in maniera esponenziale il potenziale di profitto dell’immobile in proprio possesso. In più si consideri che Easylife gestisce sia appartamenti che uffici, e ancora che in Italia, come detto, il turismo cinese si concentra prevalentemente a : Roma, Venezia, Milano, Firenze. Tutte città dove Esylife è molto presente. Ultimo ma non ultimo, Easylife non solo affitta appartamenti, ma è essa stessa proprietaria di appartamenti destinati agli affitti brevi. In quanto tale è in grado di dare una consulenza relativa al mercato degli affitti brevi, alla domanda ed alla offerta, come nessun altra società in gestione affitti brevi può fare.

Si consiglia di consultare per maggiori informazioni il nostro sito www.easylife.house/gestione-immobili oppure di contattarci al numero +39 340 970 4848, o se preferite scriveteci al seguente indirizzo info@easylife.house

Share this post