Case per affitto breve: rendi impeccabile il tuo annuncio – Easylife House

Case per affitto breve: rendi impeccabile il tuo annuncio

case per affitto breve

Case per affitto breve: rendi impeccabile il tuo annuncio

La capacità di descrivere un appartamento in maniera appropriata all’interno di un annuncio, è un aspetto determinante per riuscire a far fruttare case per affitto breve. Si passi ad analizzare quest’ ultimo aspetto.

Descrizione di una casa per affitto breve

Nell’ambito degli affitti brevi la capacità di descrivere ad arte una casa, una volta che è stato pubblicato l’annuncio è fondamentale per riuscire a mettere a reddito il proprio immobile. Il primo tassello da considerare è la capacità di non tralasciare nessun aspetto nella descrizione del proprio appartamento, dal momento che un potenziale inquilino quando legge l’annuncio di un appartamento lo fa sempre con la massima scrupolosità ed il massimo puntiglio. Allo stesso tempo bisogna sempre puntare a saper mettere in evidenza i punti di forza del proprio immobile. Si passi ad analizzare le regole ed i trucchi per descrivere una casa on line per affitto breve.

L’uso degli aggettivi è sempre molto importante per descrivere una casa per affitto breve. Gli aggettivi vanno utilizzati in base agli aspetti che si vogliono prendere in considerazione.

La selezione degli aggettivi può avvenire in base allo spirito della casa che si vuole trasmettere e quindi: Accogliente, delizioso, splendido, da sogno, incantevole, confortevole, elegante, che regala sapore di casa, raffinato, di charme, grazioso, intimo.

Aggettivi usati per descrivere l’arredamento: Classico, moderno, vintage, industrial, etnico, eco-chic, boho, shabby chic, contemporaneo, rustico, eclettico.

Aggettivi per descrivere le caratteristiche tecniche: Ampio, luminoso, spazioso, arioso, funzionale, nuovo, ristrutturato, di design, di lusso.

Aggettivi per descrivere la tipologia della casa: Monolocale, bilo/trilocale, loft, attico, open space, mansarda, casa da ringhiera, cascina, seminterrato.

Si voglia sottolineare come nella sequenza degli aggettivi sovra sposta non sono presenti aggettivi che indicano caratteristiche negative. Importante è non inserire nulla nella descrizione che non corrisponda alla realtà, quindi essere i più onesti possibile. L’obbiettivo non è solo quello di far arrivare l’inquilino ma anche quello di riuscire a fidelizzarlo. Quindi, ricapitolando, il principio è di riuscire a descrivere realmente ed onestamente l’appartamento che si intende affittare per brevi periodi, mettendo in evidenza tutti gli aspetti anche quelli che potrebbero recare feed back negativi ( ad esempio ci sono due finestre, anzicchè quattro, quindi il feed back è di un appartamento poco illuminato), d’altra parte nessun appartamento è perfetto, ma ponendo sempre l’enfasi, attraverso un uso appropriato degli aggettivi sui punti di forza del proprio appartamento.

L’altro aspetto importante nella descrizione di una casa da destinare ad affitto breve è la scelta del titolo. La soluzione consigliata a tal proposito è quella di inserire nel titolo: la grandezza della casa, dove si trova la casa, con l’aggiunta di aggettivi accattivanti. Per fare un esempio: Trilocale spazioso ed elegante in zona Marconi. Tale sequenza inserita nel titolo, statisticamente parlando attira l’attenzione e fa in modo che l’annuncio, come minimo, venga letto.

Entrando nel merito della descrizione dell’appartamento, oltre, come già detto, a descrivere nel dettaglio e realisticamente l’appartamento, è anche necessario saper toccare le emozioni del lettore e potenziale inquilino. In che modo? Rispondendo a due domande basilari: Qual è lo stile dell’arredamento? Cosa ti trasmette l’appartamento appena varcata la soglia? A tal fine un’altra strategia vincente è quella di creare un mini tour in tutte le zone che compongono la casa: dall’ingresso, passando in rassegna tutti i vani che la compongono.

A questo punto si passi a descrivere nel dettaglio le zone dove è ubicato l’immobile. In particolar modo si vogliano mettere in evidenza tutti i punti di forza della zona, in particolare i negozi, siano essi di alimentari, vestiario o qualsiasi altro articolo possa catturare l’attenzione di un potenziale inquilino. Tutto questo perché? Mettiamo il caso che l’appartamento venga affittato da un inquilino appassionato di gelati, gli farebbe estremamente comodo sapere che sceso di casa a cento metri si trova una gelateria che fa gelati squisiti. Una ragione in più per decidere di affittare e pernottare proprio in quell’immobile.

 

Si consiglia di consultare per maggiori informazioni il nostro sito   www.easylife.house/contatti oppure di contattarci al numero +39 3409704848, o se preferite scriveteci al seguente indirizzo info@easylife.house

Descrivere una casa con altre lingue

Come si fa nel caso in cui l’inquilino viene dall’estero. Chiaramente sarà necessario fornire la giusta descrizione dell’appartamento anche a questo genere di cliente. In questi casi si utilizza la lingua internazionale per eccellenza ovvero l’inglese. E così come si è detto dell’importanza di una descrizione accurata e meticolosa in italiano, lo stesso vale chiaramente anche quando si pone l’esigenza di descrivere in lingua inglese l’inglese. A tal proposito è bene sottolineare e precisare le principali differenze linguistiche nelle quali ci si può imbattere tra una descrizione in italiano ed una in inglese.

In primo luogo si cerchi di capire come indicare i locali in Inglese: monolocale – studio apartment;  Bilocale = one bedroom apartment; Trilocale = two bedroom apartment. Si ricordi che in Inglese il metro utilizzato per indicare la grandezza di un appartamento sono il numero delle camere da letto.

In precedenza si è detto dell’importanza dell’uso di aggettivi appropriati per descrivere un appartamento, si veda ora quali sono quelli più utilizzati in lingua inglese:

– Cozy, wonderfoul, elegant, quiet, nice, charming, refined, gorgeus, intimate, comfortable

– Traditional, modern, vintage, industrial, retro, shabby chic, rustic, casual luxe, urban collective, contemporary

– Spacious, bright, functional, new, renovated, design, luxury, wide.

Sempre in precedenza si è analizzata l’importanza di portare avanti la descrizione secondo uno schema ben organizzato, in maniera tale da non tralasciare nessun dettaglio. In funzione degli aspetti che si stanno trattando, in Inglese esistono delle frasi tipo che si possono utilizzare. Nel titolo così come in Italiano bisogna sempre seguire la sequenza: posizione, aggettivo, grandezza. Ad esempio:  Elegant two rooms apartment in the center of Milan; New two rooms apartment next to the metro line Wagner; Quiet and comfortable studio apartment in via Washington.

Nella descrizione dei vari locali come bagno, soggiorno, cucina è consigliabile specificare gli arredi usati, i colori o se è presente qualcosa di particolare, con frasi del tipo: The day area comes complete with dining table, TV set and air conditioning; The kitchen is modern, fully fitted with oven, washer, microwave oven, dishwasher and fridge with freezer; The air conditioned bedroom is fitted with two single beds, which can be joined to make a double bed.

Sia che la descrizione avvenga in Italiano sia che avvenga in Inglese, il principio da seguire è quello di inserire il maggior numero di elementi e dettagli, quanto più vicini possibile alla realtà dell’appartamento. Se a questo tipo di descrizione si aggiungono poi delle belle foto, allora l’annuncio risulterà perfetto.

Per contatti: www.easylife.house/contatti
Tel. +39 3409704848
Mail info@easylife.house

– Studio flat, one/two bedroom apartment, loft, attic, open space, penthouse, farmhouse.

Share this post